Español / English

Ubicación

Ver Mapa

Newsletter

Suscribirse

Patrocina


31/05/2015

Prensa

La Lettura - Corriere della Sera del 31.5.2015

SIAMO POLVERE DI MARMO 

Si sa, le immagini portano con sé una memoria che si deposita in noi inconsciamente.  Ed è quella a cui leghiamo i sentimenti, gli affetti. Anche i dolori. Pablo Atchugarry (Montevideo, 1954), uno dei più importanti artisti dell’Uruguay, insegue con le sue opere il valore fondante della memoria: da tempo vive molti mesi l’anno a Lecco, dove scolpisce con modi antichi (scalpello e martello) il marmo bianco che si fa portare da Carrara. Autore dal respiro internazionale con personali in musei in ogni parte del mondo (in questi giorni una sua grande mostra Città Eterna, eterni marmi ai Mercati di Traiano a Roma) Atchugarry dal 1979, dopo un passato di pittore e di scultore con opere in legno e ferro, lavora prevalentemente con lo statuario di Carrara, con il marmo rosa del Portogallo e nell’ultimo periodo anche con il bronzo. Realizza opere come evocazioni di memorie lontane, immagini fluide, sospese nel tempo, dense di classicità e nate da gesti istintivi e lirici. Basterebbe vedere Pablo Atchugarry nel suo atelier: completamente avvolto dalla polvere di marmo tanto da apparire lui stesso una surreale statua ellenica: immagine di un tempo antico che ritroviamo anche nella sua scultura, riflesso di un pensiero, come la vita, in costante, inarrestabile divenire.

GIANLUIGI COLIN 

Artículos de interés

Eventos

PRESENTACIÓN DEL VIA CRUCIS & CONCIERTO DE GUITARRA

Pablo Atchugarry & Mathías Atchugarry

Eventos

Lo trascendente en el Arte - Diálogo Esteban Lisa y Pietro Spada -HOMENAJE

Inauguración - Sábado 20 de Diciembre al las 17 hs

Pietro Spada presente !!

Noticias

Sala Didáctica

Comenzaron las actividades en la Sala Didáctica Miguel Ángel Battegazzore